Il GruppoI MarchiInvestor RelationsMediaCareers

Siete in: Home > Media > Stampa > Comunicati Stampa

linkedin   Invia questa pagina a un amico  Stampa questa pagina

Comunicati Stampa


Cerca nell'archivio


È possibile selezionare i comunicati stampa
in base alla tipologia e/o per anno di diffusione.
I comunicati stampa sono accompagnati
da una selezione di immagini a corredo del comunicato.
 


Cerca


Scarica in formato PDF

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. approva i risultati al 30 settembre 2014


06/11/2014
 Il terzo trimestre 2014 si conferma all’insegna della crescita delle vendite e del miglioramento della bottom line grazie all’efficace mix prodotto e alla qualità della distribuzione


Padova, 06 novembre 2014 – Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. – creatore italiano di occhiali totalmente integrato e distributore mondiale di qualità e fiducia, quotato alla Borsa di Milano – ha approvato oggi i risultati del terzo trimestre e dei primi nove mesi 2014.

Nel terzo trimestre, Safilo ha confermato la crescita dei ricavi a cambi costanti del 7,4% già registrata nel secondo trimestre, performance che ha portato il miglioramento della top line nei primi nove mesi dell’anno al 5,5%.
In linea con le dinamiche di business che hanno caratterizzato la prima parte dell’anno anche i risultati economici, con la marginalità industriale lorda dei primi nove mesi al 62,3% del fatturato, grazie all’ulteriore progressione registrata dallo stesso indice di redditività nel terzo trimestre rispetto all’anno precedente.
La contrazione della marginalità operativa lorda (EBITDA) è rimasta legata agli investimenti dedicati alle nuove strutture commerciali e di marketing, mentre a livello di bottom line, il terzo trimestre e i primi nove mesi hanno confermato il deciso miglioramento dell’utile netto di Gruppo, in crescita rispettivamente del 37,9% e del 24,0% (su base adjusted1).

A fine settembre, l’indebitamento finanziario netto è risultato pari a 158,9 milioni di euro, con la leva finanziaria adjusted1 che si è attestata a 1,3 volte.

Principali dati economico-finanziari



Luisa Delgado, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato:

“I risultati economici di questo trimestre confermano che stiamo procedendo correttamente lungo la direttrice strategica e operativa incentrata sul nostro prodotto.

Ed è proprio per la qualità del prodotto e la creatività del design che si contraddistinguono le nostre ultime collezioni, così come oggi testimoniano, ad esempio, gli occhiali da sole iconici e trend setter di Dior e la trasformazione compiuta sull’occhialeria Fendi, ultima licenza entrata a far parte del nostro portafoglio.

Nel trimestre abbiamo confermato un trend molto solido delle vendite, e abbiamo accelerato sulla nuova impostazione commerciale che abbiamo focalizzato sulla qualità della distribuzione, con un salto di qualità in termini di leadership e competenze funzionali e l’introduzione di strategie commerciali e di comunicazione differenziate per marchio.
Questo ci consente di bilanciare in maniera sistematica mercati e portafogli marchi, brand proprietari e in licenza e gli stessi brand in licenza.
In particolare, abbiamo registrato i riscontri desiderati nei nostri mercati prioritari, con la penisola iberica, la Germania, il Nord America, il Brasile e la Cina che hanno guidato la crescita, mentre stiamo costruendo nuove capacità manageriali nel sud est asiatico. Hanno risposto bene i nostri marchi di proprietà, con Polaroid che ha continuato nel suo percorso di forte sviluppo, Smith che sta preparando la propria espansione globale, mentre ci prepariamo a spingere ulteriormente Carrera l’anno prossimo. Infine, hanno risposto bene i nostri marchi in licenza, in particolare Dior, Celine, Jimmy Choo, Boss, Max Mara, Tommy Hilfiger e Kate Spade, mentre ci prepariamo ad accogliere future potenziali licenze.

Il mix prodotto e la qualità dei canali distributivi sono rimasti i principali motivi del miglioramento della marginalità industriale lorda, che nei primi nove mesi dell’anno si è attestata al livello del 62,3%. Stiamo reinvestendo in maniera significativa nella modernizzazione delle nostre strutture organizzative, principalmente nella standardizzazione e semplificazione delle vendite abilitate dai sistemi informativi, della pianificazione commerciale e industriale, nelle capacità di costruzione e valorizzazione del marchio. Stiamo avviando una revisione globale della rete di fornitura globale e dell'organizzazione di sviluppo del prodotto.

In questo contesto, siamo soddisfatti di registrare l’incremento dell’utile netto di Gruppo, sia su base trimestrale che per i primi nove mesi dell’anno, anche in virtù del significativo miglioramento della gestione finanziaria. Procediamo concentrati e con fiducia lungo il nostro percorso di trasformazione di medio termine per conseguire una crescita redditizia sostenuta, sulla base dei nostri piani.”


Performance economico-finanziaria


Nel terzo trimestre 2014, il fatturato totale del Gruppo si è attestato a 261,2 milioni di euro, in crescita del 7,3% rispetto ai 243,4 milioni di euro registrati nello stesso trimestre 2013 (+7,4% a cambi costanti). La performance trimestrale, che ha confermato i trend già registrati nel secondo trimestre dell’anno, ha portato l’incremento delle vendite dei primi nove mesi 2014 al 3,1%, a 867,5 milioni di euro rispetto a 841,8 milioni di euro nei primi nove mesi 2013 (+5,5% a cambi costanti).
Nel terzo trimestre, il fatturato wholesale ha raggiunto 239,2 milioni di euro dai 222,5 milioni di euro nel terzo trimestre 2013 (+7,5% a cambi correnti e costanti), mentre nei primi nove mesi dell’anno, ha totalizzato 805,7 milioni di euro, in crescita del 3,3% rispetto ai 780,0 milioni di euro dello stesso periodo 2013 (+5,7% a cambi costanti).

Sotto il profilo economico, Safilo ha archiviato il terzo trimestre 2014 con un utile industriale lordo pari a 157,1 milioni di euro, in crescita dell’8,5% rispetto ai 144,8 milioni di euro registrati nello stesso periodo 2013 e con il margine industriale lordo in miglioramento di 60 punti base, al 60,1% del fatturato dal 59,5% del terzo trimestre 2013.

Nei primi nove mesi dell’anno, l’utile e il margine industriale lordo hanno raggiunto rispettivamente i 540,6 milioni di euro e il 62,3% del fatturato (516,9 milioni di euro e il 61,4% del fatturato nei primi nove mesi 2013), confermando l’efficacia delle azioni commerciali poste in essere dal Gruppo e basate sulla valorizzazione dei mix prodotto e canale distributivo.

Nel terzo trimestre, l’utile operativo lordo (EBITDA) è stato pari a 14,6 milioni di euro rispetto ai 16,3 milioni di euro registrati nello stesso trimestre 2013, mentre il margine EBITDA si è ridotto al 5,6% dal 6,7%. Un risultato questo sul quale hanno inciso gli investimenti relativi alla costruzione di nuove capacità di brand building, al rafforzamento dell’organizzazione commerciale, oltre i maggiori impegni contrattuali sui marchi in licenza.

Nei primi nove mesi 2014, l’EBITDA adjusted1 è stato pari a 86,3 milioni di euro, con l’incidenza sulle vendite che si è assestata al 9,9%. Nello stesso periodo 2013, l’utile operativo lordo (EBITDA) adjusted1 era risultato pari a 88,7 milioni di euro, con una marginalità del 10,5%.

Nel terzo trimestre 2014, l’utile operativo (EBIT) si è attestato a 5,7 milioni di euro rispetto ai 6,8 milioni di euro dello stesso periodo 2013. Il margine EBIT è stato pari all’2,2% rispetto al 2,8% nel terzo trimestre 2013.
Nei primi nove mesi 2014, l’EBIT adjusted1 ha totalizzato 60,2 milioni di euro, leggermente in calo rispetto ai 61,5 milioni di euro nei primi nove mesi 2013. Il margine EBIT adjusted1 è stato pari al 6,9% rispetto al 7,3% nello stesso periodo 2013.

Sul fronte della gestione finanziaria, nel terzo trimestre gli interessi finanziari e le differenze passive di cambio sono state più che compensate dagli effetti della valutazione al fair value della componente opzionale incorporata nel prestito equity-linked emesso nel mese di maggio 2014 e dalle differenze attive di cambio. Complessivamente, nel periodo, gli oneri finanziari netti sono stati pari a 1,8 milioni di euro rispetto ai 2,9 milioni di euro del corrispondente periodo 2013.
Nei primi nove mesi 2014, gli oneri finanziari netti si sono ridotti del 61,9%, risultando pari a 6,3 milioni di euro rispetto ai 16,7 milioni di euro nei primi nove mesi 2013.
In linea con i primi sei mesi dell’anno, il tax rate adjusted1 a fine settembre era pari al 35,7%, rispetto al 36,3% adjusted1 registrato nei primi nove mesi 2013.

Safilo ha chiuso il terzo trimestre dell’anno con un utile netto di Gruppo pari a 2,4 milioni di euro, in crescita rispetto a 1,7 milioni di euro registrati nello stesso periodo 2013.
Nei primi nove mesi 2014, il risultato netto di Gruppo adjusted1 si è quindi portato a 33,9 milioni di euro, in crescita del 24,0% rispetto ai 27,3 milioni di euro del 2013.

Mercati
Il mercato nord-americano ha guidato la crescita trimestrale registrata da Safilo, spinto dalla buona performance registrata dal portafoglio marchi nel canale degli ottici indipendenti e nei principali department store.
Si sono confermate in territorio molto positivo anche le vendite nei paesi europei che avevano guidato la crescita nella prima parte dell’anno, Francia, Germania e Spagna, mentre è risultata sfidante la base di confronto per il business UK, in crescita a doppia cifra nel terzo trimestre 2013.
I principali mercati emergenti sono rimasti centrali nell’azione di business del Gruppo, accelerando i trend di crescita evidenziati nella prima parte dell’anno e portando il miglioramento intorno al 27%, in particolare grazie alla performance della Cina e del Brasile.

Americhe
Nel mercato americano, i ricavi del terzo trimestre sono stati pari a 125,2 milioni di euro, in crescita del 14,1% rispetto ai 109,7 milioni di euro nello stesso trimestre 2013 (+14,6% la crescita a cambi costanti). Le vendite totali dell’area nei primi nove mesi dell’anno hanno raggiunto 361,1 milioni di euro, in progressione del 3,3% a cambi correnti e del 7,3% a cambi costanti rispetto ai 349,5 milioni di euro nei primi nove mesi 2013.
Nel terzo trimestre, le vendite dei negozi Solstice negli Stati Uniti sono state pari a 22,0 milioni di euro, in crescita del 5,4% (+5,6% la performance a cambi costanti) rispetto ai 20,9 milioni di euro registrati nel terzo trimestre 2013. Nei primi nove mesi 2014, la performance progressiva della rete che oggi conta 130 punti vendita è risultata in linea con l’anno precedente, a 61,8 milioni di euro (+2,9% a cambi costanti).

Europa
Nel mercato europeo, il fatturato del Gruppo nel terzo trimestre si è attestato a 98,6 milioni di euro rispetto ai 96,8 milioni di euro nel terzo trimestre 2013 (+1,9% la performance a cambi correnti, +1,7% a cambi costanti). Nei primi nove mesi 2014, la crescita complessiva dell’area si è attestata al 4,7%, a 368,2 milioni di euro rispetto ai 351,7 milioni di euro nello stesso periodo 2013 (+5,0% a cambi costanti).

Asia
In Asia, il terzo trimestre si è chiuso con un fatturato di 32,8 milioni di euro rispetto ai 34,1 milioni di euro dello stesso periodo 2013 (-3,7% la performance a cambi correnti, -4,6% a cambi costanti). Nei primi nove mesi dell’anno, il business asiatico ha registrato ricavi per 125,2 milioni di euro rispetto ai 130,4 milioni di euro nei primi nove mesi 2013 (-4,0% la performance a cambi correnti, -0,9% a cambi costanti).

Se da un lato la performance della region è stata influenzata dalla diversa organizzazione del business travel retail, in precedenza ad esclusivo appannaggio del mercato asiatico, così come il rallentamento di alcuni mercati del sud-est asiatico, dall’altro abbiamo anche deciso di focalizzare la nostra attività in Asia Pacific sui canali di vendita di qualità, e di costruire la nostra struttura commerciale e manageriale locale per costruire il business di conseguenza. Pronti in piena formazione a partire dal 2015.


Marchi
Ai trend di mercato generalmente positivi hanno fatto eco le performance del portafoglio marchi, con diverse punte di eccellenza nei diversi segmenti in cui Safilo opera. Dior, Celine e Jimmy Choo, così come Boss e Max Mara, hanno infatti sovra performato nelle diverse aree del segmento fashion luxury, mentre è continuato il forte sviluppo di Polaroid nel segmento mass cool e di Kate Spade dentro e fuori il mercato statunitense. In evidenza anche il marchio di proprietà Smith, brand attivo in un segmento in forte espansione come quello dello sport e outdoor lifestyle, sul quale Safilo sta implementando un nuovo piano di integrazione e sviluppo internazionale.


Principali dati di rendiconto



Il free cash flow realizzato nei primi nove mesi del 2014 è risultato negativo per 10,3 milioni di euro influenzato da una diversa dinamica del capitale circolante e da maggiori risorse dedicate all’attività di investimento. L’incremento del magazzino è stato il principale motivo di assorbimento, oggi affrontato con interventi di controllo e riduzione, e sistematicamente attraverso una migliore connessione tra pianificazione commerciale e produttiva.

A fine settembre 2014, l’indebitamento finanziario netto è risultato pari a 158,9 milioni di euro, in contrazione rispetto ai 166,1 milioni di euro al 30 giugno e ai 182,5 milioni di euro al 31 dicembre 2013.


Altre informazioni


Il Gruppo Safilo annuncia che il Chief Financial Officer Vincenzo Giannelli lascerà il suo incarico a fine novembre al termine di un ciclo di quattro anni durante il quale il Gruppo ha realizzato un miglioramento significativo sotto il profilo finanziario e operativo. “A nome dell’organizzazione e del Consiglio di Amministrazione ringraziamo Vincenzo per la sua leadership e per la professionalità e l’integrità con cui ha interpretato il suo ruolo con un forte orientamento al business e gli auguriamo grande e duraturo successo per il futuro”.

Il Gruppo annuncia inoltre la nomina di Gerd Graehsler, attualmente Director New Business Development & Corporate Strategy, quale nuovo CFO di Gruppo, con effetto dal 1 dicembre 2014. “Siamo felicissimi di poter contare su Gerd come nostro nuovo CFO. Passerà in maniera fluida dalla sua attuale posizione nella società a questo nuovo ruolo, e guiderà le attività finanziarie di Safilo portando skill e attingendo alla sua ampia esperienza, frutto della sua carriera internazionale in business, finanza e contabilità, per continuare la trasformazione di Safilo”.

Ultima modifica: 06/11/2014, 18:44



© 2018 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 02952600241. Riproduzione vietata.

Certificazioni | Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy | Feedback | RSS | safilo.com