Il GruppoI MarchiInvestor RelationsMediaCareers

Siete in: Home > Media > Stampa > Comunicati Stampa

linkedin   Invia questa pagina a un amico  Stampa questa pagina

Comunicati Stampa


Cerca nell'archivio


È possibile selezionare i comunicati stampa
in base alla tipologia e/o per anno di diffusione.
I comunicati stampa sono accompagnati
da una selezione di immagini a corredo del comunicato.
 


Cerca


Scarica in formato PDF

Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. approva i risultati del primo trimestre 2012


04/05/2012
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI SAFILO GROUP S.P.A. APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2012

PERFEZIONATA IL 3 APRILE 2012 L’ACQUISIZIONE
DI POLAROID EYEWEAR

Padova, 4 maggio 2012 – Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. ha esaminato e approvato oggi i risultati del primo trimestre 2012.

Safilo ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con vendite nette pari a 288,7 milioni di euro, un utile operativo di 23,1 milioni di euro e un risultato netto positivo per 12 milioni di euro. La leva finanziaria, pari a 2,1x (Debito netto/EBITDA LTM), si è attestata intorno ai livelli record raggiunti a fine 2011.

Nel primo trimestre 2012, la performance del Gruppo è stata caratterizzata dal rallentamento dei volumi di vendita dovuto al phase-out Armani e alla debolezza di alcuni mercati europei.

Principali dati economici

Nel trimestre si è registrata una buona performance del mercato nord americano, particolarmente evidente nel business delle montature da vista nel segmento degli ottici indipendenti, canale nel quale Safilo sta progressivamente rafforzando la propria leadership.

In Asia, la raccolta ordini ha confermato un trend positivo e la forza dell’organizzazione e del portafoglio delle marche di Safilo nell’area.

A causa del rallentamento dei consumi, hanno invece registrato performance deludenti alcuni mercati del Sud Europa.

Roberto Vedovotto, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato:

“I risultati di questo primo trimestre 2012 sono coerenti con le nostre aspettative sia sul fronte delle vendite che sotto il profilo del risultato operativo.

La solidità del nostro portafoglio marchi, sia nel segmento high-end che in quello ‘fashion’ e ‘diffusion’, ci ha consentito di consolidare e in alcuni casi rafforzare le nostre posizioni competitive, dimostrando l’efficacia delle nostre azioni distributive e dell’offerta di prodotto.

Nel trimestre, abbiamo inoltre proseguito nel piano di sviluppo globale di Carrera e introdotto, su scala mondiale, le nuove collezioni di montature da vista e occhiali da sole a marchio Céline.

L’acquisizione del marchio Polaroid è un elemento chiave nell’ambito della nostra strategia di sviluppo del business e siamo entusiasti delle opportunità che da questa acquisizione potremo cogliere.
Polaroid rappresenta un modo innovativo e un’occasione imperdibile per andare oltre l’attuale focus di mercato rappresentato principalmente da prodotti fashion, arricchendo i segmenti ‘specialist’ e ‘value-for-money’ di una forte expertise legata alle lenti polarizzate.

Guardiamo con grande fiducia i progetti che stiamo implementando e siamo convinti di poter raggiungere gli obiettivi di medio e lungo termine che ci permetteranno di affrontare con decisione le sfide che il mercato ci propone.”


Performance economico-finanziaria

Come atteso, il primo trimestre 2012 ha risentito del progressivo phase-out dei marchi Armani, la cui significativa contrazione di vendite ha influenzato la performance del Gruppo soprattutto nel mercato europeo e, in misura minore, negli Stati Uniti e Asia.

Nel periodo, le vendite nette del Gruppo si sono attestate a 288,7 milioni di euro rispetto ai 300,7 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2011 (-4,0% a cambi correnti, -6,3% a cambi costanti). Il business wholesale ha registrato un fatturato di 271,5 milioni di euro rispetto ai 284,5 milioni di euro del primo trimestre 2011 (-4,6% a cambi correnti, -6,8% a cambi costanti).

La performance di vendite organiche ha però evidenziato il trend leggermente positivo del periodo, nel quale i top brand in licenza del Gruppo hanno continuato a consolidare le proprie posizioni competitive nei principali mercati emergenti. Sono inoltre proseguiti l’espansione e il rafforzamento in Europa dei marchi Tommy Hilfiger, Boss Orange e Marc by Marc Jacobs.

Nel trimestre, è poi proseguita l’espansione globale di Carrera, con il lancio del marchio nel mercato cinese. In particolare, Carrera ha registrato risultati positivi nei principali paesi dell’America Latina e negli Stati Uniti, dove lo sviluppo dei prodotti in esclusiva per il mercato sta contribuendo all’affermazione e alla maggior penetrazione del brand.

A livello geografico, la performance organica del mercato americano è stata contraddistinta dalla solidità del business nel canale degli ottici indipendenti statunitensi, dove il Gruppo ha registrato risultati molto positivi, confermando la propria leadership.
Negli Stati Uniti, è stato positivo anche il trend del business retail, che ha continuato a beneficiare del miglioramento della performance like for like (calcolata sullo stesso numero di punti vendita) dei negozi di occhiali da sole di proprietà Solstice, in incremento del 3,7%. Nel trimestre è inoltre proseguito il piano di efficientamento del network iniziato nel 2011, che nel trimestre si è tradotto nella chiusura di altri otto negozi non performanti.

Nel primo trimestre 2012, le vendite in America si sono attestate a 117,4 milioni di euro rispetto a 118,7 milioni di euro nei primi tre mesi 2011 (-1,1% a cambi correnti; -4,8% a cambi costanti), negativamente influenzate anche dai resi di prodotti invenduti relativi alle licenze terminate alla fine del 2011.

I mercati asiatici hanno evidenziato trend positivi, così come testimoniato dall’ottima campagna vendite registrata dal Gruppo nel mese di febbraio, durante le fiere di Shanghai e Seoul.
Al già citato successo dei top brand in licenza, si sta affiancando, in questi mercati, il continuo rafforzamento della posizione competitiva di Safilo nel segmento ‘fashion’ e ‘diffusion’.
In quest’area, nonostante l’estrema debolezza del mercato giapponese, le attività del travel retail e della Corea del Sud hanno registrato forti tassi di crescita.
Le vendite in Asia si sono attestate a 48,9 milioni di euro rispetto a 47,3 milioni di euro nel primo trimestre 2011 (+3,5% a cambi correnti; -1,3% a cambi costanti).

In Europa, permangono le difficoltà legate al difficile contesto economico, oggi più che mai evidente nel mercato italiano, con particolar riferimento al canale degli ottici indipendenti, e nei paesi del Sud Europa come Spagna, Portogallo e Grecia.
Le vendite nel mercato europeo sono state altresì influenzate dal forte rallentamento registrato, nel trimestre, dal business sportivo delle maschere e dei caschi da sci, anche a causa delle condizioni climatiche poco favorevoli.
Sono risultate invece in sostanziale progressione le vendite in Francia e Germania, dove ai buoni risultati del business delle montature da vista si è aggiunto anche l’incremento delle vendite di occhiali da sole presso i grandi clienti del Gruppo.
Sul fronte dei nuovi mercati, la Russia ha confermato una crescita a doppia cifra che aveva contraddistinto anche il 2011. Per questo si ritiene che abbia le potenzialità, già a partire dal 2012, per diventare uno dei principali paesi europei del Gruppo.
Nel primo trimestre 2012, le vendite nel mercato europeo si sono attestate a 118,4 milioni di euro rispetto a 130,1 milioni di euro nel primo trimestre 2011 (-9,0% a cambi correnti; -9,2% a cambi costanti).

Procedendo nell’analisi del conto economico, il margine industriale lordo è stato pari a 174,2 milioni di euro nel primo trimestre 2012 rispetto a 183,0 milioni di euro nel primo trimestre 2011.
La marginalità industriale lorda si è attestata al 60,3% delle vendite (60,9% nel primo trimestre 2011), parzialmente influenzata dal decremento dei volumi di vendita.

L’utile operativo (EBIT) del Gruppo è risultato pari a 23,1 milioni di euro nel primo trimestre 2012, rispetto a 31,4 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2011.
Sulla redditività operativa del periodo, pari all’8,0% delle vendite (10,4% nel primo trimestre 2011), si nota l’incidenza dei costi della struttura organizzativa recentemente potenziata e la presenza di costi fissi relativi al business dei marchi in licenza non rinnovati che, nel breve termine, non sono sopprimibili.

L’EBITDA del periodo si è invece attestato a 32,3 milioni di euro rispetto a 40,7 milioni di euro nel primo trimestre 2011. La redditività operativa lorda è stata pari all’11,2% delle vendite (13,5% nel primo trimestre 2011).

A livello di risultato netto di Gruppo, il primo trimestre dell’anno si è chiuso per Safilo con un utile di 12,0 milioni di euro e una redditività netta pari al 4,1% delle vendite (18,4 milioni di euro nel primo trimestre 2011). Nel periodo, gli interessi finanziari netti sono diminuiti rispetto allo stesso trimestre del 2011 principalmente grazie al rimborso anticipato di 60 milioni di euro di obbligazioni High Yield, effettuato dal Gruppo a giugno 2011. Il tax rate si è invece attestato al 32,7% dell’utile pre-tasse.

Principali dati di rendiconto

Nel primo trimestre 2012, il Free Cash Flow è risultato negativo per 5,9 milioni di euro rispetto ai 6,8 milioni di euro registrati nel primo trimestre 2011.
Al minor utile d’esercizio sono corrisposti il minor assorbimento di cassa da capitale circolante e un flusso monetario per le attività di investimento leggermente in crescita a seguito dell’incremento al 75.5%* della quota di partecipazione nella società controllata in Cina, area assolutamente strategica per il Gruppo.
Nel periodo, il rapporto tra il capitale circolante netto e le vendite nette si è attestato al 28,5% (28,8% nel primo trimestre 2011) ed è stato influenzato principalmente dal decremento dei volumi di vendita.

L’indebitamento finanziario netto a fine marzo 2012 è stato pari a 243,2 milioni di euro rispetto a 238,3 milioni di euro a fine dicembre 2011 e a 268,2 milioni di euro a fine marzo 2011.
La leva finanziaria (Debito Netto/EBITDA LTM) è risultata quindi pari a 2,1x, rispetto a 1,9x a fine dicembre 2011 e a 2,4x a fine marzo 2011.

……………………….

Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del trimestre

In data 3 aprile 2012 Safilo Group S.p.A. ha perfezionato l'acquisizione di Polaroid Eyewear, leader nell'ottica e nella tecnologia delle lenti polarizzate, oltre che produttore e distributore globale di articoli ottici con un posizionamento di mercato forte ed estremamente riconoscibile.
Gli effetti dell’acquisizione e il contributo al conto economico del Gruppo saranno rilevati a partire dal secondo trimestre 2012.

L’operazione, finalizzata ad un prezzo di acquisto di 59,8 milioni di euro, è stata finanziata per 44,3 milioni di euro da Multibrands Italy B.V., società controllata da HAL Holding N.V., attraverso un aumento di capitale riservato al prezzo di Euro 9,00 per azione. A seguito del suddetto aumento di capitale, la partecipazione di Multibrands Italy B.V. nel capitale di Safilo è aumentata dal 37,2% al 42,2%.


*Il 30 aprile 2012, la quota di partecipazione nella società controllata cinese è stata incrementata al 90.0%.



Per la press release completa vedere il file pdf.

Ultima modifica: 04/05/2012, 18:28



© 2018 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 02952600241. Riproduzione vietata.

Certificazioni | Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy | Feedback | RSS | safilo.com