Il GruppoI MarchiInvestor RelationsMediaCareers

Siete in: Home > Media > Stampa > Comunicati Stampa

linkedin   Invia questa pagina a un amico  Stampa questa pagina

Comunicati Stampa


Cerca nell'archivio


È possibile selezionare i comunicati stampa
in base alla tipologia e/o per anno di diffusione.
I comunicati stampa sono accompagnati
da una selezione di immagini a corredo del comunicato.
 


Cerca


Scarica in formato PDF

Il Consiglio Di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. approva i risultati del primo semestre 2015


04/08/2015

Positiva dinamica dei ricavi nei principali mercati, 
parzialmente controbilanciata dalla prevista debolezza dell’Asia

 

Forte generazione di cassa e indebitamento netto ai minimi storici

 

Buoni progressi nelle iniziative del piano 2020 – Continuano gli investimenti per il futuro

 
 

Padova, 4 agosto 2015 -Il Consiglio di Amministrazione di Safilo Group S.p.A. – creatore italiano di occhiali totalmente integrato, quotato alla Borsa di Milano – ha oggi esaminato e approvato i risultati del secondo trimestre e del primo semestre 2015.

 

Nel primo semestre, le vendite nette sono cresciute dell’11,3% a cambi correnti e dell'1,0% a cambi costanti, con un miglioramento della performance nel secondo trimestre del 12,0% (+ 1,2% a cambi costanti).

Il principale contributo alla crescita è giunto dai paesi chiave dell'Europa occidentale, dal Nord America, dal Medio Oriente e dall'America Latina. 

 

Nel primo semestre del 2015, l'utile industriale lordo è cresciuto del 6,9%, sostanzialmente in linea con la crescita del 7,0% registrata nel secondo trimestre. 

L'utile industriale lordo è stato pari al 60,7% del fatturato nel primo semestre e al 60,9% nel secondo trimestre. 

La contrazione della marginalità rispetto alla forte base di confronto nel primo semestre e nel secondo trimestre 2014 (rispettivamente al 63,3% e al 63,7%) è riconducibile ai maggiori costi nell’area industriale non ancora compensati dalle iniziative di maggiore efficienza su cui il Gruppo sta continuando a lavorare.

 

A livello operativo, l'EBITDA adjusted1 è sceso del 12,6% nel primo semestre e del 16,9% nel secondo trimestre, mentre la redditività ha scontato la performance registrata a livello di margine industriale lordo.  

Nel secondo trimestre, il margine EBITDA adjusted1 è stato anche influenzato dagli investimenti del Gruppo nelle nuove campagne pubblicitarie e di prodotto, e nel rafforzamento della squadra manageriale, tutte iniziative di cui il Gruppo beneficerà in futuro. 

 

Il risultato netto adjusted1 di Gruppo è sceso nei primi sei mesi del 2015 del 68,5%, risentendo dell’aumento degli oneri finanziari dovuto soprattutto alle differenze cambio nette negative registrate nel primo trimestre e degli effetti della valutazione al fair value delle obbligazioni equity-linked. Nel secondo trimestre, il risultato netto adjusted1 di Gruppo riflette soprattutto le dinamiche operative sopra descritte.   

 

Nel periodo, Safilo ha registrato un Free Cash Flow di 51,6 milioni di euro, da una parte grazie all’incasso della prima delle tre rate da 30 milioni di euro corrisposta a gennaio 2015 da Kering a titolo di risarcimento, dall’altra al costante miglioramento della gestione del capitale circolante netto dovuto alla riduzione sia dei giorni medi di giacenza di magazzino sia dei giorni medi di incasso dei crediti.

Alla fine di giugno, l'indebitamento finanziario netto di Gruppo è sceso a 110,1 milioni di euro, migliorando la leva finanziaria adjusted1 a 1,0 volte.  

 
 
 
 
 
 
 

Luisa Delgado, Amministratore Delegato del Gruppo Safilo, ha commentato:

 

"Continuiamo a investire nel nostro rinnovamento con l’obiettivo di crescere in modo sostenibile e migliorare i nostri margini.

 

Il minor margine industriale lordo registrato nel primo semestre a causa dei maggiori costi, è la nostra principale area di attenzione nell’ambito degli interventi di risparmio e maggiore efficienza da qui in avanti. In definiva, siamo soddisfatti dei progressi compiuti nell'ambito delle iniziative strategiche che stiamo implementando in linea con il piano 2020.

 

I nostri principali mercati stanno registrando una buona crescita, in particolare i mercati chiave del Nord America e dell'Europa occidentale, così come nelle nuove aree dell'America Latina e del Medio Oriente, sulle quali abbiamo investito lo scorso anno. In Asia, la riorganizzazione del business sta procedendo secondo i piani, con una minore riduzione del giro d’affari nel secondo trimestre.

 

Il nostro portafoglio di brand in licenza sta evidenziando un andamento positivo in linea con il ribilanciamento dei marchi previsto da qui al 2020. I nostri progetti di marketing e di prodotto su Carrera, Polaroid e Smith, compresa l’ulteriore integrazione in Safilo per quest’ultimo, stanno dando i primi risultati positivi nei mercati dove i progetti sono stati realizzati nella loro completezza, come ad esempio Carrera in Nord America e Polaroid in Spagna. Il focus è ora quello di accelerarne l’implementazione.

 

Stiamo continuando a intervenire sulla nostra supply chain con l’obiettivo di rendere le nostre strutture più efficienti, ridurre il magazzino e procedere al consolidamento della nostra rete logistica.  Rileviamo già buoni risultati della riduzione dei giorni di giacenza ed è prevista un’accelerazione del programma di riduzione complessiva dei costi nella seconda parte dell’anno.

Abbiamo annunciato il primo consolidamento del network distributivo statunitense e stiamo infine procedendo velocemente nell’acquisizione di nuove competenze in aree di business strategiche come quelle dello sviluppo prodotto, della supply chain, commerciale e di marchio, per sostenere la nostra trasformazione strategica."

 

Performance economico-finanziaria

Primo semestre 2015
 

Nel primo semestre del 2015, le vendite totali di Gruppo sono state pari a 674,9 milioni di euro, in crescita dell'11,3% rispetto ai 606,3 milioni di euro registrati nello stesso semestre del 2014.  A cambi costanti, i ricavi sono aumentati dell'1,0%.

 

L'utile industriale lordo del primo semestre 2015 è stato pari a 409,9 milioni di euro, in crescita del 6,9% rispetto ai 383,5 milioni di euro del primo semestre 2014, con un margine lordo che è passato dal 63,3% al 60,7%. 

 

L'EBITDA adjusted1 del primo semestre 2015 è stato di 62,7 milioni di euro, in diminuzione del 12,6% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 71,7 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il margine EBITDA adjusted1si è attestato al 9,3% delle vendite nel primo semestre del 2015 rispetto all'11,8% nel primo semestre 2014. 

 

L'EBIT adjusted1 del primo semestre 2015 è stato di 43,1 milioni di euro, sceso del 21,0% rispetto all'EBIT adjusted1 di 54,5 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il margine EBIT adjusted1 si è attestato al 6,4% delle vendite nel primo semestre 2015 rispetto al 9,0% del primo semestre 2014.

 

Il totale degli oneri finanziari netti è aumentato a 22,7 milioni di euro rispetto ai 4,5 milioni di euro del primo semestre 2014, a causa dell'impatto negativo delle differenze cambio per 9,9 milioni di euro registrate nel primo semestre (l’impatto netto era positivo per 3,4 milioni di euro nel primo semestre del 2014) e degli effetti della valutazione al fair value della componente opzionale incorporata nelle obbligazioni equity-linked per 4,9 milioni di euro.  

Nel primo semestre 2015, gli interessi finanziari netti sono stati pari a 4,2 milioni di euro (dai 4,0 milioni del primo semestre 2014).  

 

Nel primo semestre 2015, il risultato netto adjusted1di Gruppo è stato pari a 9,9 milioni di euro, in calo del 68,5% rispetto al risultato netto adjusted1 di 31,5 milioni di euro registrato nel primo semestre 2014.

 
 

Secondo trimestre 2015

 

Nel secondo trimestre 2015, le vendite totali sono state pari a350,6 milioni di euro, con un incremento del 12,0% rispetto ai 313,1 milioni di euro registrati nello stesso trimestre del 2014, supportati dalla continua debolezza dell'euro. A cambi costanti, i ricavi sono aumentati dell'1,2%.

 

Nel secondo trimestre 2015, l'utile industriale lordo è stato pari a 213,4 milioni di euro, in crescita del 7,0% rispetto ai 199,5 milioni di euro registrati nello stesso trimestre del 2014. Il margine lordo è passato dal 63,7% al 60,9% delle vendite. 

 

L'EBITDA adjusted1 del secondo trimestre 2015 è stato di 30,2 milioni di euro, in diminuzione del 16,9% rispetto all'EBITDA adjusted1 di 36,3 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il margine EBITDA adjusted1si è attestato all'8,6% delle vendite nel secondo trimestre del 2015 rispetto all'11,6% nel secondo trimestre 2014. 

 

L'EBIT adjusted1 del secondo trimestre 2015 è stato di 19,8 milioni di euro in calo del 28,7% rispetto all'EBIT adjusted1 di 27,7 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il margine EBIT adjusted1 si è attestato al 5,6% delle vendite nel secondo trimestre del 2015 rispetto all' 8,8% del secondo trimestre 2014.

 

Nel secondo trimestre del 2015, gli oneri finanziari netti sono saliti a 3,9 milioni di euro dai 2,2 milioni di euro del secondo trimestre 2014. Le differenze cambio nette sono state positive durante il trimestre per 0,7 milioni di euro (positive per 2,4 milioni di euro nel secondo trimestre 2014), mentre gli interessi finanziari netti sono diminuiti a 1,9 milioni di euro dai 2,2 milioni del secondo trimestre 2014.

 

Nel secondo trimestre 2015, il risultato netto adjusted1di Gruppo è stato pari a 7,7 milioni di euro, in calo del 49,0% rispetto al risultato netto adjusted1 di 15,0 milioni di euro registrato nel secondo trimestre 2014.

 
Principali dati di rendiconto
 
 
 

Nel primo semestre 2015, il Free Cash Flow è migliorato, registrando un flusso positivo per 51,6 milioni di euro rispetto a un flusso negativo di 6,4 milioni di euro nel primo semestre 2014 e di 12,4 milioni di euro a fine 2014.  Questo risultato comprende l’incasso della prima delle tre rate da 30 milioni di euro corrisposta a gennaio 2015 da Kering a titolo di risarcimento, al netto della quale il Free Cash Flow evidenzia comunque un flusso positivo.

 

Il capitale circolante netto è migliorato anche nel secondo trimestre, generando 22,9 milioni di euro rispetto ai 3,6 milioni di euro nello stesso trimestre dello scorso anno.  Nel secondo trimestre, il magazzino si è ridotto di 9,5 milioni di euro e anche i giorni medi di giacenza delle scorte, a cambi costanti, sono nettamente diminuiti.

Per quanto riguarda i crediti commerciali, i giorni medi di incasso hanno continuato a ridursi in maniera significativa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 

Nel primo semestre, il flusso di cassa per investimenti è stato pari a 15,4 milioni di euro rispetto ai 18,1 milioni di euro nel primo semestre 2014, dedicati a interventi nella supply chain e nell’information technology.

 

Alla fine di giugno 2015, l'indebitamento finanziario netto di Gruppo è stato pari a 110,1 milioni di euro, in calo del 14,2% rispetto ai 128,3 milioni di euro di marzo 2015 e del 33,7% rispetto ai 166,1 milioni di euro di giugno 2014. 

 
 
Mercati
 
Europa

Nel primo semestre 2015, le vendite in Europa sono state pari a 276,7 milioni di euro, in crescita del 4,4% (+ 4,1% a cambi costanti) rispetto ai 265,0 milioni di euro nel primo semestre 2014. 

La crescita delle vendite è accelerata nel secondo trimestre, con mercati chiave come l'Italia, i paesi iberici, la Germania e la Francia in progressivo miglioramento.

Nel secondo trimestre, le vendite hanno raggiunto 143, 8 milioni di euro, con un incremento del 6,1% rispetto ai 135,4 milioni di euro del secondo trimestre 2014 (+ 5,4% a cambi costanti).  La Russia è rimasta debole sulla scia delle difficili condizioni economiche interne. Escludendo questo paese, nel secondo trimestre la crescita europea a cambi costanti è stata del 6,4%.

 
Nord America

Nel primo semestre 2015, le vendite in Nord America hanno raggiunto 270,5 milioni di euro rispetto a 216,1 milioni di euro nel primo semestre 2014, in crescita del 25,1% a cambi correnti e del 2,9% a cambi costanti, grazie all’andamento positivo del business nei diversi segmenti di mercato e nei canali in cui Safilo opera.  

Nel secondo trimestre, le vendite in Nord America hanno messo a segno una performance molto solida rispetto a un periodo di confronto sfidante, con un incremento del business wholesale del 25,2% a cambi correnti e del 2,4% a cambi costanti.

America Latina

Nel primo semestre 2015, le vendite in America Latina sono state pari a 25,6 milioni di euro, con un aumento dell'8,2% rispetto ai 23,7 milioni di euro del primo semestre 2014 (+ 5,9% a cambi costanti). Nel secondo trimestre l’area ha evidenziato una contrazione delle vendite del 6,9% a cambi correnti e del 6,0% a cambi costanti (13,1 milioni di euro rispetto a 14,1 milioni di euro nel secondo trimestre 2014) a causa delle diverse tempistiche di consegna rilevate nei due trimestri.

 
Asia

In Asia, le vendite del primo semestre 2015 sono state pari a 86,7 milioni di euro rispetto agli 89,6 milioni di euro dello stesso periodo del 2014 (-3,2% a cambi correnti, -18,0% a cambi costanti). Le vendite nel secondo trimestre sono state pari a 47,5 milioni di euro rispetto a 46,1 milioni di euro nello stesso trimestre del 2014 (+3,0% a cambi correnti, -13,4% a cambi costanti), registrando una minore contrazione rispetto al primo trimestre grazie al continuo intervento del Gruppo nel creare modelli di business sostenibile in ogni mercato asiatico.

La riorganizzazione del business in Cina e Asia-Pacifico, unitamente al contesto di mercato più debole nella stessa Cina, a Hong Kong e in Corea, hanno continuato a pesare sulla performance complessiva dell’area, mentre si è rafforzata la crescita del business in Australia. Nel trimestre hanno registrato una crescita i mercati del Sud-Est asiatico.

 
Resto del mondo

Le vendite nel resto del mondo sono state pari a 15,4 milioni di euro nei primi sei mesi del 2015 e a 8,6 milioni di euro nel secondo trimestre, con un incremento rispettivamente del 28,9% e del 41,3% a cambi costanti. I rilevanti miglioramenti rispetto agli stessi periodi dello scorso anno sono da ricondursi al rafforzamento della presenza di Safilo nei mercati medio-orientali, dove nel 2014 l'azienda ha investito aprendo una filiale interamente controllata a Dubai. 

 
Note:
 

1 Nel primo semestre 2015, i risultati economici adjusted del Grupponon includono oneri non ricorrenti attribuibili alla ristrutturazione commerciale dell’area EMEA pari a Euro 1,2 milioni e altri oneri non ricorrenti per 1,2 milioni relativi principalmente ai costi connessi al consolidamento del network distributivo statunitense presso il centro logistico di Denver.

 

Nel primo semestre 2014, i risultati economici adjusted non includono oneri non ricorrenti per 3,0 milioni di euro relativi all’accordo sugli esodi volontari al termine dei contratti di solidarietà recentemente siglato con le parti sociali e a costi di riorganizzazione aziendale.

 
 

 

Dichiarazione del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari

 

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili e societari Dott. Gerd Graehsler dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

 
Disclaimer
 

Il documento potrebbe contenere dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”), relative a futuri eventi e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Safilo. Tali previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una molteplicità di fattori.

 

Indicatori alternativi di performance

 

Viene di seguito fornito il contenuto degli “Indicatori alternativi di performance”, non previsti dai principi contabili IFRS-EU, utilizzati nel presente comunicato al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economico-finanziaria del Gruppo:

  • L’EBITDA (margine operativo lordo) è calcolato da Safilo sommando all’utile operativo gli ammortamenti;
  • L’indebitamento finanziario netto è per Safilo la somma dei debiti verso banche e dei finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto della cassa attiva;
  • Il Capitale investito netto è definito per Safilo quale somma dell’Attivo corrente e dell’Attivo non corrente al netto del Passivo corrente e del Passivo non corrente ad eccezione delle voci precedentemente considerate nella Posizione finanziaria netta;
  • Il Free Cash Flow è per Safilo la somma del flusso monetario generato/(assorbito) dalla gestione operativa e del flusso monetario generato/(assorbito) dall’attività di investimento.
 
Conference Call
 

Si terrà oggi, 4 agosto 2015, alle ore 18.15 locali, la conference call con analisti e investitori, nel corso della quale verranno illustrati i principali risultati relativi al secondo trimestre e al primo semestre 2015.

Sarà possibile seguire la conference call componendo il numero +39 06 99749000, +44 203 4271918 o +1 646 2543365 (per i giornalisti +39 06 87500876) e confermando il codice di accesso 3022192.

La registrazione della conference call sarà disponibile fino al 6 agosto 2015 al numero +39 06 45217196, +44 203 4270598 o +1 347 3669565 (codice di accesso: 3022192).

La conference call potrà essere seguita anche attraverso webcast, nel sito www.safilogroup.com/en/investors.html. La presentazione è disponibile e scaricabile dal sito della società.

 
 

Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

 

Si rende noto che la relazione finanziaria semestrale - comprendente il bilancio semestrale abbreviato al 30.06.2015, la relazione intermedia sulla gestione e l’attestazione prevista dall’articolo 154-bis comma 5 del T.U.F. - verrà messa a disposizione del pubblico presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio centralizzato e consultabile nel sito internet della Società all’indirizzo www.safilogroup.com/it/investors.html.

Inoltre, la relazione della Società di Revisione e le eventuali osservazioni del Collegio sindacale saranno messe a disposizione del pubblico, con le medesime modalità, non appena disponibili e nei termini di legge.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
Safilo Group

Il Gruppo Safilo è il creatore italiano di occhiali totalmente integrato e distributore mondiale di qualità e fiducia, leader nell’eyewear di alta gamma per il sole, la vista e lo sport. Ispirato dal Design e guidato dal Marchio, Safilo traduce progetti straordinari in prodotti eccellenti creati grazie a una expertise artigianale che risale al 1878. Presente attraverso 31 filiali di proprietà e contratti esclusivi di distribuzione nei mercati chiave mondiali – Nord America e America Latina, Europa, Medio Oriente e Africa, Asia Pacifica e Cina – Safilo è impegnata nella distribuzione qualitativa in oltre 130 Paesi del mondo. Il portfolio di Safilo comprende marchi di proprietà – Carrera, Polaroid, Smith, Safilo e Oxydo – e marchi in licenza: Dior, Fendi, Gucci, Alexander McQueen, Banana Republic, Bobbi Brown, BOSS, BOSS Orange, Bottega Veneta, Céline, Fossil, HUGO, J.Lo by Jennifer Lopez, Jack Spade, Jimmy Choo, Juicy Couture, Kate Spade, Liz Claiborne, Marc Jacobs, Marc by Marc Jacobs, Max Mara, Max&Co., Pierre Cardin, Saint Laurent, Saks Fifth Avenue e Tommy Hilfiger.

 

Quotata alla Borsa Italiana (ISIN code IT0004604762, Bloomberg SFL.IM, Reuters SFLG.MI), Safilo nel primo trimestre 2015 ha realizzato un fatturato netto di 324,3 milioni di Euro.

 
 
Contatti:
 

Safilo Group Investor Relations

Barbara Ferrante

Tel. +39 049 6985766
 

Ufficio Stampa Safilo Group

Milano – Tel. +39 02 77807607

Padova – Tel. +39 049 6986021

 

Weber Shandwick | Advisory

Annamaria Ferrari
Tel. +39 02 00641102
 
Lisa Nanu
Tel. + 39 02 00641103
lnanu@advisorywebershandwick.it 
Ultima modifica: 04/08/2015, 18:33



© 2018 Safilo Group S.p.A. - P.IVA 02952600241. Riproduzione vietata.

Certificazioni | Accessibilità | Legal Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy | Feedback | RSS | safilo.com