Debito

STRUTTURA DEL DEBITO SAFILO

Al 31 dicembre 2020, il debito lordo del Gruppo Safilo ammontava a 311,0 milioni di euro, composto da: 1) un indebitamento finanzio a medio-lungo termine di 278,4 milioni di euro, costituito da finanziamenti bancari per 151,5 milioni di euro, di cui 108 milioni di euro relativi alla Term Loan facility garantita da SACE (“TLF SACE”), siglata il 15 settembre 2020, da un finanziamento soci, reso disponibile dall’azionista di riferimento (HAL) a supporto delle acquisizioni di Privé Revaux e Blenders Eyewear, per 93,5 milioni di euro, e da un effetto IFRS-16 per 33,5 milioni di euro, 2) un indebitamento finanziario a breve termine pari a 32,6 milioni di euro, costituito da prestiti bancari e altri debiti finanziari correnti per 23 milioni di euro e un effetto IFRS-16 per 9,6 milioni di euro.

Al 31 dicembre 2020, il Gruppo disponeva di una posizione di cassa pari a 89,0 milioni di euro.

Al 31 dicembre 2020, l'indebitamento finanziario netto del Gruppo Safilo si è attestato a 222,1 milioni di euro (179,0 milioni di euro pre-IFRS 16), rispetto ai 74,8 milioni di euro nel 2019 e ai 201,7 milioni di euro a fine settembre 2020 (rispettivamente 27,8 milioni di euro e 155,8 milioni di euro pre-IFRS 16).

La maggiore posizione finanziaria netta a fine 2020 riflette l'investimento netto di 111,8 milioni di euro per le acquisizioni di Privé Revaux e Blenders Eyewear e il peggioramento della performance economica registrata in un anno pesantemente impattato dalla pandemia da Covid-19.

La posizione finanziaria netta di Gruppo non include la valutazione di strumenti finanziari derivati e la passività per opzioni Put e Call sulle quote di minoranza delle aggregazioni aziendali avvenute nel periodo.

Struttura del debito del Gruppo (dati storici)

Grafico Struttura del debito del Gruppo

Grafico COMPOSIZIONE DEL DEBITO LORDO

Grafico DURATA DEL DEBITO LORDO

Rating

Il 10 luglio 2020, su richiesta della Società, Moody’s ha deciso di ritirare il rating ‘B3’ sul debito a lungo termine di Safilo (Corporate Family Rating) e l’outlook negativo.